Project Description

STEFANO BETTARINI

Stefano Bettarini trascorre l’infanzia tra Buonconvento e Siena, dove il padre Mauro dirige un’agenzia di assicurazioni. Fin da piccolo, di carattere vivace ed impulsivo, cresce a pane e calcio, perché il padre, oltre al proprio lavoro, svolge anche attività di allenatore di squadre dilettantistiche, e coinvolge la famiglia che spesso, la domenica, va allo stadio per seguire le partite. Stefano all’inizio non mostra particolare inclinazione per il calcio. Basket, judo e ciclismo sono i primi sport a cui si dedica, poi la madre Nice lo invoglia, soprattutto per fargli praticare uno sport all’aria aperta. Stefano cresce quindi insieme a tanti amici, tra la scuola e i campetti di periferia, dove la madre lo accompagna.
All’età di 12 anni ha la fortuna di approdare a Staggia Senese, una società ben organizzata per il settore giovanile dove, grazie al suo impegno e ad istruttori molto preparati, fa il salto di qualità, al punto che viene visionato e richiesto da prestigiose società quali l’Inter e il Milan. Sarà la squadra dell’Inter ad averlo, grazie soprattutto all’allora direttore del settore giovanile e allenatore della squadra primavera Giampiero Marini, che fin dall’inizio crede nelle sue qualità. E’ infatti sotto la sua guida che Stefano affina le proprie capacità nei due anni trascorsi a Milano.
A 19 anni ha inizio la sua vera carriera professionistica, prima in prestito al Baracca Lugo (allora in C1), poi alla Lucchese (serie B), dove rimane per quattro anni. L’esordio in serie A è con il Cagliari, poi Fiorentina, Bologna, Venezia, Sampdoria e Parma sono le altre squadre che lo vedono indossare la propria maglia. Durante la permanenza a Genova, ha la grande soddisfazione di indossare la maglia della Nazionale, nella partita amichevole contro la Cecoslovacchia. Stefano ha due figli, Niccolò di 7 anni e Giacomo di 4. Una figura molto importante nella sua vita è la sorella Simona, che lo segue con affetto fin dai primi anni della sua carriera.
Nel 2005 ha appeso le scarpe al chiodo ed ha cominciato la sua carriera televisiva come inviato in Africa per conto de “La Talpa”, reality di Italia 1 condotto da Paola Perego.
Da settembre dello stesso anno affianca per due stagioni sempre Paola Perego nel programma  “Buona Domenica” su canale 5.
Nel 2009 partecipa come concorrente alla trasmissione televisiva di Rai uno “Ballando con le Stelle”.
Nell’edizione 2009/10 del programma “Quelli che il calco” su RAI 2 svolge il ruolo di commentatore in studio.
Nel 2013 è concorrente e vincitore della trasmissione di canale 5 “Jump! Stasera mi tuffo”, condotto da Teo Mammucari e con Paolo Bonolis come presidente di giuria.